Segui carpizeronove su

Blogger Facebook FriendFeed Twitter

I Form di Carpizeronove

Le Petizioni di Carpizeronove

Si parla di...

Aggiornamenti via mail

Scrivi il tuo indirizzo mail:

Delivered by FeedBurner

Chi cerca Carpi cerca...

Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget
sabato 11 giugno 2011

Riportiamo l'intervento completo del consigliere Roberto Arletti che non è stato possibile leggere per intero durante l'ultimo consiglio comunale poichè proposto troppo tardi.

"Questa importante e delicata mozione ci deve far riflettere tutti qui stasera. Anche se condivisibile necessita di alcune osservazioni e approfondimenti, è bene sapere che :

la mafia è la prima azienda d'Italia con un giro d'affari, stimato da SOS Impresa l'associazione antiraket legata a Confesercenti, di 135 miliardi di euro nel 2009. La criminalità organizzata è una vera e propria azienda con a capo un vertice e tutta una serie di impiegati,professionisti,avvocati,commercialisti,tesorieri, operai semplici o specializzati e killer. Come qualsiasi grande impresa ha sponde nella politica, in una certa politica, come hanno dimostrato le tante inchieste e condanne, non ultima quella del Senatore Salvatore Cuffaro, ora in carcere per una sentenza definitiva per favoreggiamento a cosa nostra.la loro infiltrazione nella società e soprattutto nell'economia italiana, è diventata talmente pervasiva che rende molto labile il confine tra il lecito e l'illecito nella vita di tutti i giorni.La moderna criminalità organizzata non è piu', infatti, solo attività illegali dai contorni molto ben definiti. Gli enormi flussi di denaro sono reinvestiti in attività lecite che finiscono per mescolarsi con quelle criminose. Immobili, attività finanziarie,investimenti in imprese sia in Italia che all'estero, sono ormai all'ordine del giorno, confondendo la linea di confine e alimentando sempre piu' gli interessi mafiosi, soprattutto nei territori storicamente estranei alla loro presenza,come quello nostro, dove mafia puo' essere la proprietà di un rinomato ristorante, di un bar,di una pizzeria, di un'azienda manifatturiera o commerciale ,di una pompa di benzina o di un ipermercato… tutte quelle attività dove è possibile riciclare parecchio denaro contante senza destare sospetto.

Dall'osservatorio sull'informazione contro le mafie si apprende che :    

L'Emila Romagna è terra di 'ndrangheta, lo raccontano i collaboratori di giustizia Francesco Fonti  e Salvatore Cortese, dove a Reggio Emilia e a Modena hanno fatto affari. Cortese racconta delle truffe perpetrate con società fantasma create ad hoc dalla sua cosca, che da Cutro si sono stabiliti in Emilia e hanno creato un'impero nel Reggiano.

Reggio Emilia è il "bancomat delle cosche", per utilizzare le parole di Cortese con le quali sottolinea la riverenza e la disponibilità di numerosi imprenditori del reggiano a pagare le cosche di Cutro e di Isola Capo Rizzuto con laute offerte. Il settore dei trasporti e dell'edilizia è pesantemente inquinato dalle ditte di 'ndrangheta . E proprio da Reggio Emilia sarebbero sorte alcune ditte in odor di 'ndrangheta, consorzi di imprese dal volto pulito ma dalle casse stipate di capitali delle cosche del Crotonese.La Dda sta indagando per verificare se le aziende partite da Reggio Emilia per ricostruire L'Aquila siano dell'ndrangheta.Ma il fatto piu' inquietante è l'agguato mafioso della sera del 23 novembre dove rimane ferito un'imprenditore edile originario di Cutro. Qualche giorno prima la multiutility Iren Emila aveva revocato decine di appalti pubblici affidati ad un consorzio reggiano di imprese edili sulle quali la Prefettura aveva emesso un'informativa interdittiva.

La geografia del crimine ha assegnato al distretto ceramico agli Arena-Gentile, che cinque anni fa fecero saltare in aria L'Agenzia delle Entrate di Sassuolo dopo la scoperta di un'evasione di Iva da 94 milioni di euro. Un'atto eclatante che l'estate scorsa ha consentito ai carabinieri di Modena di scoperchiare il vorticoso giro di società e fatture false tra Paolo Pelaggi (titolare della Point One di Maranello e autore dell'attentato) e il commercialista svizzero Sergio Pezzatti, imputati per truffa ai danni dello Stato e reinvestimento dei proventi della cosca madre. I referenti, Fabrizio Arena e Franco Pugliese, sono coinvolti nel riciclaggio e sulle schede false in Germania per l'elezione del senatore del Pdl Nicola Di Girolamo.    

Nelle pianure modenesi dominano invece gli uomini del Clan dei Casalesi,arrivati dal triangolo di Casal di Principe, San Cipriano d'Aversa e Casapesenna, intorno agli anni 70 assieme alle centinaia di muratori, piastrellisti e piccoli imprenditori edili attratti dai buoni profitti promessi dalla florida economia emiliana. Dagli inizi degli anni 90 si comincia a percepire anche a Modena la presenza della camorra. Alcune intercettazioni telefoniche hanno fornito la prova che Michele Zagaria, latitante dal '94 sarebbe passato dalla provincia di Modena, il suo punto di appoggio sarebbe stato Alfonso Perrone, capo di un gruppo di estorsori tra Bomporto e Nonantola, arrestato nell'operazione San Cipriano effettuata nel marzo dello scorso anno. Sempre a marzo dello scorso anno in quattro operazioni sono stati sequestrati beni per un valore di 55 milioni di euro.

Il nostro territorio carpigiano non penso possa essere immune da queste infiltrazioni ma,anzi, penso sia particolarmente appetibile data l'ampia possibilità di fare investimenti, l'alta concentrazione di imprese e la remunerazione degli investimenti immobiliari. Si avverte infatti il sentore che anche nella nostra bella Carpi ci siano da tempo infiltrazioni mafiose ma preoccupa il non conoscerne la profondità e la gravità in quanto l'attività malavitosa è ben mascherata ed è in grado di inquinare l'economia legale attraverso il riciclaggio di denaro e una sleale concorrenza usando manodopera in nero, spesso causa principale della crisi di diverse piccole realtà imprenditoriali locali. Già dal luglio del 2009 anche il nostro Vescovo Elio Tinti con una lettera esortava la cittadinanza a.. "tenere alta la guardia contro i rischi di infiltrazioni mafiose, di denunciare subito per non assecondare la creazione di un sottobosco di attività illecite affermando  Lui stesso che la camorra e tutte le mafie costituiscono una sorta di CONTRO-STATO che non va in nessun modo favorito.."      

Alla luce di questo doveroso approfondimento che ne evidenzia tutta la gravità e la delicatezza di questo tema, faccio alcune mie considerazioni dettate dalla mozione :

Consiglieri Gasparini Casari, Cattini , Alboresi e tutti gli altri Consiglieri del Centro Destra che l'avete sottoscritta è lodevole la mozione che avete presentato ma cerchiamo di calarla nella realtà per evitare che rimangono solo belle parole scritte e non attuabili, mi spiego meglio :

Qualche mese fa il Prefetto di Modena, d'intesa con la Provincia e con i Comuni, ha firmato un'importante protocollo d'intesa per la prevenzione dei tentativi d'infiltrazione mafiosa negli appalti pubblici, in questo protocollo viene abbassata la soglia europea di controllo antimafia da 250 milioni a 5 milioni di euro. Si tratta di uno dei primi strumenti elaborati in Italia contro l'insinuarsi della mafia negli appalti pubblici.

Alcune settimane fa il Ministro dell'Interno Maroni ha firmato un patto con la città di Modena contro la piccola criminalità, definita da lui stesso .."come quella piu' fastidiosa per i cittadini onesti, quella che crea allarme sociale..", riferendosi invece alla criminalità organizzata ha sentenziato dicendo che per quel tipo di lotta ci sono già le unità investigative di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza che rispondono direttamente al Ministro dell'Interno e ha lasciato intendere che gli organici delle Forze di Polizia, che sono fermi dal 1989, cioè da 22 anni…rimarranno tali anche se mancano rispetto alla pianta organica : 70 poliziotti, 70 Carabinieri, 60 agenti della Guardia di Finanza, 65 Agenti di Polizia Penitenziaria e 35 Vigili del Fuoco  !!    

Mi chiedo e chiedo anche a voi, ma la mafia non è fastidiosa per i cittadini onesti e non crea allarme sociale ? Come possono le Forze dell'Ordine, a cui va tutta la mia vicinanza e solidarietà,combattere questa agguerrita organizzazione malavitosa quando tutti i giorni sono costretti a combattere o a fare i conti contro i tagli imposti dal Governo. Cito solo che nella nostra città la Polizia di Stato possiede solo due auto di pattuglia ed è costantemente sotto organico. Pero' il Ministro Maroni ha intenzione di riformare la Polizia Municipale, con questa proposta il Governo intende solo scaricare i costi della Pubblica Sicurezza sui Comuni. Non si puo' pretendere che debba essere la Polizia Municipale  a fronteggiare questa agguerrita organizzazione malavitosa in quanto la Pubblica Sicurezza è solo di competenza dello Stato mentre sono altri i compiti della Polizia Municipale, la quale invece è orientata alla prevenzione e vigilanza sull'osservanza del Codice della Strada, ai rilevi dei sinistri, ad attività di educazione stradale nelle scuole, ad attività di contrasto all'abusivismo commerciale, edilizio ed ambientale,alla vigilanza di tutte le norme amministrative, con particolare riguardo ai regolamenti comunali. E' importante poi sottolineare che la Polizia Municipale a differenza delle altre Forze di Polizia non ha accesso ad alcuna banca dati per accertare l'esistenza di provvedimenti a carico del soggetto controllato(precedenti penali,necessità di eseguire notifica, necessità di ricerca,esistenza di provvedimenti di sospensione o revoca di documenti amministrativi quali la patente,la carta d'identità o il passaporto) né la possibilità di verificare movimenti o transazioni di denaro all'interno del territorio italiano o da e verso l'estero. Questo per evidenziare, cari consiglieri, la diversa potenzialità di indagine delle Forze dell'Ordine rispetto alla Polizia Municipale. La Polizia Municipale non possiede quegli strumenti efficaci a combattere questo crimine.

Io proporrei quindi di invitare ad un prossimo Consiglio Comunale i responsabili di tutte le Forze di Pubblica Sicurezza locali per avere un quadro ben definito dell'infiltrazione mafiosa nel nostro territorio e sulle difficoltà oggettive, e mi riferisco alle carenze di personale, di mezzi, ecc.. che incontrano ogni giorno per combattere efficacemente questo fenomeno, poi noi tutti insieme sottoscriviamo un documento di richieste da inviare al Ministro dell'Interno, perché la sicurezza riguarda tutti i cittadini indipendentemente dallo schieramento politico. 

Concordo quando Voi dite che è necessario affiancare all'azione della magistratura e delle Forze dell'Ordine una forte iniziativa culturale e politica a tutti i livelli per diffondere la cultura della legalità attivando percorsi di sensibilizzazione nelle scuole, a tal proposito vorrei ricordare che dal 1995 è stato scelto il 21 marzo(giorno di primavera,non scelto a caso per la rinascita di una cultura di legalità) è la "Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie", potremmo cominciare a ricordare tale data anche nella nostra città. Pero' sinceramente non capisco come mai nessuno di Voi Consiglieri del Centro Destra lo scorso 19 maggio fosse presente sia all'intitolazione del Parco delle Vittime della Mafia inaugurato da Don Luigi Ciotti che alla serata in Teatro Comunale sempre con lo stesso Don Ciotti a cui, per il suo contributo contro la mafia ha ricevuto il premio "Mamma Nina 2011". Capisco che l'intitolazione del Parco era alle ore 17 e molti avevano impegni di lavoro ma l'incontro in Teatro era alle 21 subito dopo il nostro Consiglio Comunale terminato proprio per permettere la partecipazione. Colleghi Consiglieri avete davvero perso una bella occasione di conoscere una persona veramente speciale che combatte concretamente la mafia rischiando la vita tutti i giorni ma soprattutto non avete portato quella solidarietà e quella vicinanza  che esprimete in questa mozione qui stasera.

Potremmo poi proporre ai ragazzi delle scuole superiori di fare esperienze dirette di lavoro nei terreni confiscati alla mafia come già facciamo noi con gli Scouts al fianco di Libera l'Associazione appunto di Don Luigi Ciotti . Esperienze di alcuni giorni del tipo "il treno per Auskwitz"sono esperienze forti e molto formative per i ragazzi e se lo ricorderanno per tutta la vita.

Purtroppo devo dire che anche l'Amministrazione ha perso una bella occasione lo scorso 19 maggio, quella di concedere la CITTADINANZA ONORARIA a Don Luigi Ciotti, per questo io stasera depositerò un ordine del giorno dove chiedo che gli venga concessa questa importante onorificenza, così colleghi consiglieri avrete la possibilità di rifarvi e avremo ancora una volta Don Ciotti  graditissimo ospite nella nostra Città.

Concordo infine, ancora dove si richiede l'impegno per i Comuni a costituirsi parte civile nei procedimenti per mafia che coinvolgono le amministrazioni e io sarei anche per NON CONCEDERE la RESIDENZA nella nostra città ed eventualmente TOGLIERLA a coloro che sono stati condannati per mafia o che hanno in corso procedimenti penali per questo reato, non sarà un deterrente a compiere attività malavitose ma vuole essere un segnale di fermezza da parte della nostra Città a non lasciarsi intimorire e che contrasterà sempre e con ogni mezzo l'illegalità.

Concludo il mio intervento facendo mie le parole di un giornalista (Francesco Forgione) impegnato a combattere la mafia il quale afferma :  ..le mafie si possono sconfiggere e non solo ridurne i danni, ma bisogna continuare a parlarne e a mobilitare "una grande ANTIMAFIA SOCIALE" per non diventare un paese di ciechi..

Roberto Arletti  Consigliere Comunale PD
Carpi,26 maggio 2011

Ci scrive poi Arletti nel inviare il testo del suo intervento:

"al mio intervento aggiungo anche :  ".. è sconcertante e preoccupante che il Consigliere Rostovi, che è pure il segretario comunale del pdl,nel suo intervento abbia giudicato tutto ridicolo cio' che ho affermato,compreso anche che sul nostro territorio carpigiano ci possano essere infiltrazioni mafiose, come tra l'altro già evidenziato dal nostro Vescovo nel 2009 dove con una lettera esortava la cittadinanza a tenere alta la guardia,non ultima  la mia proposta di invitare in un prossimo consiglio comunale le Forze dell'Ordine per avere il quadro della situazione.anche questo è un preoccupante segno dei tempi.."

ai consiglieri pdl-lega ho detto che riprenderò il mio intervento da dove l'ho lasciato in quanto nella stessa serata di ieri sera,ho presentato un' odg per consegnare la cittadinanza onoraria a don Luigi Ciotti.

Roberto Arletti
Consigliere Comunale PD
Carpi"

This e-mail is confidential and may also contain privileged information. If you are not the intended recipient you are not authorised to read, print, save, process or disclose this message. If you have received this message by mistake, please inform the sender immediately and delete this e-mail, its attachments and any copies.
Any use, distribution, reproduction or disclosure by any person other than the intended recipient is strictly prohibited and the person responsible may incur penalties.
Thank you!

27 commenti:

Cristian Rostovi ha detto...

Quando avrei detto, che è ridicolo il fatto che ci siano infiltrazioni ecc ecc?
La parte ridicola ed offensiva, è quella nella quale ti stupisci della nostra assenza, con tono sarcastico ed allusivo, come se la nostra assenza fosse dovuta a chissà quale oscuro motivo.
E' ridicolo, il tuo utilizzo della lotta alla mafia come tema di propaganda politica,tra l'altro durante la discussione di un odg contro le infiltrazioni mafiose che IO ho firmato.
E ridicolo, il fatto che tu pretenda di parlare di legalità,contravvenendo a tutte le regole del consiglio comunale, mancando di rispetto ai tuoi colleghi e al presidente del consiglio comunale.
Ora una persona corretta rettificherebbe il comunicato e chiederebbe scusa....

Davide Boldrin ha detto...

Permettemi: a rivolgersi in questo modo a Rostovi, il consigliere Arletti dimostra con molta superbia, una idiosincrasia protagonistica, di bassa lega, addirittura peggiore della mia, la quale si limita a 'spararle grosse', ma egli secondo me (limitatamente alla politica...?)mi fermo, va...

Anonimo ha detto...

Rostovi, quando hai preso la parola dopo che il Presidente mi ha stoppato,hai detto all'assemblea che non eri contrariato dalla lunghezza del mio intervento ma che ti aveva fatto MOLTO RIDERE tutto cio' che avevo finora detto. Ti ricordo che trattavamo una mozione sulle infiltrazioni mafiose (vedi sopra) e non di come si pettinano le bambole... poi non soddisfatto,quando siamo usciti, sotto al portico di ingresso al Municipio, mi hai detto che farei meglio a non leggerli piu' i miei interventi ma ad esporli direttamente. Ammetto di non avere sicuramente una grande capacità oratoria come hai tu e tanti altri, per questo io gli interventi li preparo prima,mi informo, mi documento per non essre scontato o banale poi me li scrivo e li leggo per evitare di dimenticarmi passaggi importanti.
Penso di non aver contravvenuto a nessuna regola del Consiglio Comunale e tanto meno ai miei colleghi e lo dimostra il fatto che è stato apprezzato da diversi presenti che non erano a conoscenza o sottovalutavano questo fenomeno. Il mio intervento voleva portare solo a questo, ad una maggiore conoscenza, approfondimento e discussione,non voleva essre di propaganda politica ma di certezza dei fatti. Comunque come vi ho accennato alla fine del Consiglio, riprenderemo questo argomento quando tratteremo l'odg sul concedere la cittadinanza onoraria a don Luigi Ciotti.

Solo ora dici che la parte che ti ha fatto ridere è quella dove io mi stupisco della vostra assenza, o meglio mancata presenza... nel tuo intervento di giovedì sera tu questo non l'hai detto, lo dici solo ora..
Adesso pero' un po' di politica ci sta.. e sono le parole o meglio il giuramento fatto dal tuo Presidente Berlusconi durante un dicorso ad Olbia nel novembre 2009.."..se trovo quelli che scrivono libri di mafia e vanno in giro in tutto il mondo a farci fare così brutta figura, giuro che li strozzo.."..anche questa è certezza dei fatti...
Rostovi ti fa tanto ridere anche questo....

Roberto Arletti

Cristian Rostovi ha detto...

La tua coda di paglia, si certifica, con il fatto che continui a lamentarti del fatto che ti hanno stoppato,ma non spieghi il perché e non ti scusi per il tuo comportamento. Di quello che ha detto Berlusconi ad Olbia non mi interessa nulla, qui non stiamo parlando di lui, ma del tuo intervento, e di questi comunicati, che si permettono di fare allusioni.
Il tuo intervento in consiglio non mi é piaciuto,è stato troppo lungo e con toni sbagliati, ma questo non credo sia reato. Cmq se la tua serietà è questa, per quel che mi riguarda il discorso è chiuso.

novigiudiforma ha detto...

Consiglio una capatina su novigiudiforma.blogspot.com a leggere questo Post: " Dedicato a quel ROBO del Consigliere Comunale di Carpi ROBERTO ARLETTI (PD) "

Davide Boldrin

RC ha detto...

Bene noto con "piacere" che gli ultimi anni di politica on/off 0/1 riesce a dividere anche su temi così importanti, invito tutti noi a riflettere!
Così non si va da nessuna parte.

Riccardo Cavicchioli

Cristian Rostovi ha detto...

Riccardo, hai ragione, infatti infatti la mozione che stavamo trattando era firmata ed è stata votata da tutti i gruppi. Poi...

RC ha detto...

Quindi deduco che per fortuna sui contenuti formali "ci si è" ma sui rapporti interpersonali un po meno?!
RC

Anonimo ha detto...

Nella relazione di Arletti trovo un motivo di conforto:

1) che si parli apertamente di mafia, ndrangheta e quant'altro con tanto di nomi e cognomi è il segnale che il pericolo è passato.

2)che addirittura lo si scelga come terreno di scontro con l'altra parte politica, vuol dire che oramai stiamo parlando proprio di niente.

3) che il merito di una tale vittoria è tutto da attribuirsi a forze dell'ordine e chi le comanda.

Perciò viva la Polizia, viva i Carabinieri, viva la Magistratura.

Anonimo ha detto...

Altro che superbia, Arletti è anche oltre. Mamma mia. Se il PD esprime questi pseudo consiglieri è messo veramente male.

Davide Boldrin ha detto...

Cio' che amareggia, e' il fatto che un atto politico unanime e anche interessante, sia stato " superbiato " cosi. Una pessima caduta di stile. Ma il lato positivo c'e': Per fortuna Arletti e' del PD...

Davide Boldrin

Anonimo ha detto...

Roboe, non ti curar di loro ma guarda e passa..

Anonimo ha detto...

Boldrini, nel secondo intervento aveva proprio ragione sa a dire che ha una idiosincrasia protagonistica di bassa lega peggiore di quella del Sig. Arletti..per fortuna che Lei è del pdl ne vada fiero.!

monica b.

Davide Boldrin ha detto...

Pero', a differenza di Arletti, non ho nessuna carica istituzionale. Poi io lo faccio di proposito, a fare il provocatore e a spararle grosse, Arletti, in questo caso, pare naturale, e pure fiero...

Davide Boldrin

Anonimo ha detto...

Come insegnante di scuola superiore ho apprezzato molto l'idea di fare esperienze lavorative sui terreni confiscati alla mafia,lo proporro' l'anno prossimo ai ragazzi come attività didattica e al posto della solita gita scolastica.

Anonimo ha detto...

Non facciamo le signorine che si offendono: è normale che qualche consigliere strumentalizzi problemi nazionali o sovranazionali per attaccare la parte avversaria in consiglio. Lo abbiamo fatto mille volte anche noi. Lasciamo correre, quindi.


Ma soprattutto lasciamo che se la risolvano a sinistra, questa bega.


Perché sentire dire che "l'Amministrazione ha perso una bella occasione (...) per questo IO stasera depositerò un ordine del giorno", specie nella settimana in cui lo stesso Arletti ha dato degli "Incompetenti" ai consiglieri provinciali del PD, per la vicenda dell'Iper a Soliera, fa capire che Arletti non ce l'ha tanto con noi, quanto con quelli che occupano il Comune e la Provincia, suoi colleghi ritenuti (da lui) inferiori, che lui potrebbe sostituire per migliorare una macchina amministrativa non adeguata.



Roberto Benatti

novigiudiforma ha detto...

...Mandrake contro Baruffi & c. ?
Superbia? Bho..

Davide Boldrin

Anonimo ha detto...

Scusate: la Mafia a Carpi c'era, c'è o ci sarà?

Anonimo ha detto...

..a sentire il Premier non esiste in Italia e lui lo puo' ben dire...

Anonimo ha detto...

Dell'Utri ha formato Forza Italia assieme a Berlusconi per salvare l'Italia dai comunisti e attenzione a parlare di mafia che non c'entra proprio un bel niente....

Anonimo ha detto...

un negozio di alta moda scassinato 5 volte in due anni, una casa incendiata in costruzione e lasciata ancora carbonizzata in bella mostra nel quartiere del cavalcaferrovia per andare a limidi... forse qualcosa fa pensare..

Davide Boldrin ha detto...

Ma chi contesta il contenuto dell'ODG ? Si contesta la modalità di espressione, e le sciocche allusioni. Poi anche ciò: " "l'Amministrazione ha perso una bella occasione (...) per questo IO stasera depositerò un ordine del giorno ", denota una particolare propensione al MANDRAKESIMO. In modo implicicito, ( impressione soggettiva e opinabile ..) pare abbia dato 1) Dei mafiosi, anche agli elettori di centro-destra( e qui la mia indignazione personale ) 2) Pare ( anche qui impressione soggettiva e opinabile ..) abbia dato degli incompetenti ai suoi colleghi. Dopo il CAV sullo stile " GHE PENSI MI ", ne abbiamo un altro in salsa locale ( sembra..). Comunque, oramai l'ho preso di punta..

Davide Boldrin

Anonimo ha detto...

..hai la punta spuntata.. : ))

novigiudiforma ha detto...

In questo caso la PUNTA trattandosi di un fatto di dignità personale, è molto ACUMINATA. Quella sera fui invitato, a titolo personale, in Teatro a Carpi, come tante altre persone, del resto. Per motvi contingenti non sono riuscito ad andare. Devo aspettarmi una indagine nei miei confronti per collusione mafiosa ? Tutti i cittadini che non sono andati a sentire Don Ciotti sono Pro-Mafia ? I Consiglieri in carica, hanno controfirmato l'ODG nel luogo appropriato. TUTTI. Lo so, ho preso di punta MANDRAKE. Mi piacerebbe essere una mosca, per sentire cosa dicono i " suoi " in privato ... Secànd mè.. ( non lo ammetteranno mai pubblicamente ) ghè sè in xima al bàlì, anc a loor ...

Davide Boldrin

Anonimo ha detto...

Bedda Matri..!!!!

adesso con questi risultati prevedo davvero un super lavoro per l'avvocato Ghedini..

baciolemaaaani don Boldrin...

Davide Boldrin ha detto...

Bhè, ormai mi son sfogato abbastanza.
THE END

Davide Boldrin

Anonimo ha detto...

dai boldrin sii corretto ammettilo che il tuo Presidente fa un largo uso del baciamano..
ma lo fate anche tra di voi o vi baciate sulla bocca come ci ha fatto vedere in questi giorni la televisione.?

Posta un commento

I commenti ritenuti offensivi saranno rimossi.

Generatore automatico di risposte della Giunta


Ricaricare la pagina per avere una risposta diversa.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

News in rete

AVVERTENZA: Le notizie raccolte in questo riquadro (e nella pagina a cui rimanda) sono estrapolate dalla rete in modo automatico utilizzando diverse chiavi di ricerca. Non tutte le notizie sono coerenti con l'argomento e non tutte sono recenti.

Cerca

I Blog dei Politici

Terre d'argine

Si è verificato un errore nel gadget

Lettori fissi