Segui carpizeronove su

Blogger Facebook FriendFeed Twitter

I Form di Carpizeronove

Le Petizioni di Carpizeronove

Si parla di...

Aggiornamenti via mail

Scrivi il tuo indirizzo mail:

Delivered by FeedBurner

Chi cerca Carpi cerca...

Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget
mercoledì 16 giugno 2010
Il sindaco è sicuro, ma non ha fatto i conti con Ausl e Regione

Campedelli e il nuovo ospedale, ossia storia di un amore tormentato.
Prima l’aveva definito non necessario, poi, durante la campagna elettorale, aveva cavacalto l’onda di pressanti richieste di tanti cittadini.
Ma già nel marzo scorso era sceso dalla cresta dell’onda, esprimendo riserve sulla possibilità che venisse costruito e affidando il tutto alla Regione, il solo ente che ha il potere di decidere sulla nuova struttura.
Oggi però Enrico Campedelli si è riavvicinato prepotentemente all’idea, dicendosi certo che Carpi avrà un nuovo ospedale.
Cita cifre (80 milioni di euro il costo totale dell’opera), da chi arriveranno i finanziamenti (Fondazione Cassa di Risparmio Carpi e Ausl) e addirittura dove si farà (a Santa Croce, sul terreno di proprietà della Fondazione Crc).
Ad una settimana dai decisivi incontri carpigiani per la ridefinizione del Piano attuativo locale (Pal) della sanità, il sindaco esce allo scoperto in prima persona, definendo rigida la struttura attuale del Ramazzini.
L’exploit però sembra non essere piaciuto a molti, a partire dall’Ausl, che si è vista tirata in ballo (secondo il sindaco sborserebbe 30 milioni di euro) senza una concertazione di sorta.
Senza poi considerare che la Regione ha fatto più volte capire che i soldi non ci sono.
Inoltre sul Ramazzini si sta spendendo parecchio per cercare di mandare avanti una struttura inadeguata.
Intanto Gian Fedele Ferrari gongola: «L’acquisto di quel terreno da parte della Fondazione nel 2007 - dice il presidente - si è rivelato azzeccato.
Qualora si dovesse costruire qui il nuovo ospedale, la Fondazione cederebbe senz’altro gratuitamente parte di questo terreno e se poi fosse necessario erogheremo risorse anche consistenti».
Un’ultima ma fondamentale considerazione: con che coraggio Campedelli presenterà al consiglio la variante al Prg cambiando destinazione d’uso a quel terreno di Traversa San Giorgio, dopo che lui stesso, nella stessa sede, aveva giurato che sarebbe rimasto agricolo e quindi non edificabile?

Daniele Franda

(fonte: ModenaQui)

0 commenti:

Posta un commento

I commenti ritenuti offensivi saranno rimossi.

Generatore automatico di risposte della Giunta


Ricaricare la pagina per avere una risposta diversa.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

News in rete

AVVERTENZA: Le notizie raccolte in questo riquadro (e nella pagina a cui rimanda) sono estrapolate dalla rete in modo automatico utilizzando diverse chiavi di ricerca. Non tutte le notizie sono coerenti con l'argomento e non tutte sono recenti.

Cerca

I Blog dei Politici

Terre d'argine

Si è verificato un errore nel gadget

Lettori fissi