Segui carpizeronove su

Blogger Facebook FriendFeed Twitter

I Form di Carpizeronove

Le Petizioni di Carpizeronove

Si parla di...

Aggiornamenti via mail

Scrivi il tuo indirizzo mail:

Delivered by FeedBurner

Chi cerca Carpi cerca...

giovedì 28 luglio 2011

Nota stampa:

*CC 21/7/2011: AMPIO DIBATTITO SUL TEMA DEI RIFIUTI***

Il resoconto della seduta del Consiglio comunale/6

Giovedì 21 luglio nel corso del Consiglio comunale di Carpi si è parlato di rifiuti, sulla scorta di una interrogazione della Lega nord e di due ordini del giorno, uno della stessa Lega nord e l'altro presentato nel corso della seduta dal Pd e sul quale è stata chiesta l'urgenza (poi sottoscritto anche dall'Idv). Nell'interrogazione Argio Alboresi, capogruppo leghista, aveva chiesto all'amministrazione comunale, di fronte alla drammatica situazione della raccolta e smaltimento rifiuti a Napoli, di chiarire "gli accordi attuali e futuri di Aimag con privati ed enti pubblici riguardanti il conferimento all'impianto di compostaggio e alla discarica di Fossoli di rifiuti indifferenziati napoletani e di sapere quali controlli preventivi intenda effettuare la stessa Aimag su eventuali rifiuti provenienti da Napoli per sapere se sono confacenti ai suoi impianti. Noi comunque confermiamo la nostra posizione di netta contrarietà a ricevere pattume da altre regioni".

Ad Alboresi ha risposto l'assessore all'Ambiente Simone Tosi dichiarando: "trovo questa interrogazione semplicemente strumentale a fare dell'allarmismo e della spicciola polemica politica, visto che è stato chiarito a più riprese cosa pensa questa amministrazione sul tema rifiuti provenienti dall'emergenza di Napoli. L'Emilia-Romagna – ha detto - ha a suo tempo accettato i rifiuti di Milano e va pure ricordato come il Governo abbia promesso a più riprese la soluzione del problema (prima delle elezioni) per poi a urne chiuse e risultato proclamato ritirare tutti gli impegni; non a caso con la stessa lungimiranza è stato stravolto il Piano Bertolaso che prevedeva la riapertura di diverse discariche, che il Presidente del Consiglio dopo la protesta dei cittadini ha tolto come siti disponibili dallo stesso Piano, creando l'emergenza attuale.

Venendo alle sue domande: non ci sono accordi di nessun tipo tra Aimag, Regione, enti pubblici per l'uso della linea TMB presente a Fossoli. Non transitano quindi rifiuti provenienti dall'emergenza napoletana sul nostro territorio, che è caratterizzato da un sistema impiantistico di trattamento dei rifiuti per il recupero e il riciclaggio, e dalla discarica presente a Fossoli a fianco dell'impianto di compostaggio, che serve principalmente a supporto del medesimo impianto. Per queste caratteristiche il nostro territorio non può accogliere rifiuti provenienti da Napoli. Dichiaro però la nostra disponibilità a valutare l'invio di mezzi e tecnici, nel caso ci fosse richiesto da Napoli un supporto tecnico e di mezzi, per una consulenza sulla raccolta 'porta a porta', disponibilità che andrà valutata ovviamente con Aimag".

Dopo che Alboresi si è dichiarato parzialmente soddisfatto della risposta dell'assessore il capogruppo Pd Davide Dalle Ave ha richiesto ad Alboresi di ritirare l'ordine del giorno posto in discussione "e ormai senza significato". Al diniego dell'esponente leghista allora Dalle Ave ha presentato un odg sottoscritto da lui e da Andrea Bizzarri (capogruppo Idv). Nel documento firmato da Alboresi, che ricordava l'emergenza continua sul tema dei rifiuti che caratterizza Napoli, si chiedeva al Sindaco e alla Giunta "di manifestare il proprio dissenso ad accogliere e smaltire nuovamente nei territori della nostra provincia rifiuti provenienti da Napoli o dalla Campania e di chiedere al Presidente Errani di non autorizzare nuove quote di rifiuti di provenienza extraregionale". L'ordine del giorno di Dalle Ave-Bizzarri spiegava invece le varie implicazioni connesse alla problematica rifiuti, sia a livello nazionale che locale, criticava il Governo e la Lega nord, ricordando come l'emergenza di Napoli vada affrontata da tutta la comunità nazionale o meglio da tutte le regioni italiane "e non solo quindi dalla nostra" e infine invitava il Sindaco e la Giunta "a mettere a disposizione se richiesto da Napoli mezzi, uomini e tecnici a supporto della campagna per l'avvio del 'porta a porta' anche nel capoluogo regionale campano".

Argio Alboresi aprendo il dibattito ha replicato che la strumentalizzazione su questo tema è appannaggio del Pd e, rivolto alla maggioranza, ha detto "vi dovreste vergognare, questo odg urgente è stato un trabocchetto che non mi aspettavo. Volevo solo dire ai napoletani che non va bene così come fanno con gli aiuti del nord, volevo presentare un odg educativo senza dire le cose eclatanti che mi attribuite". Lorenzo Paluan (Lista civica Carpi a 5 stelle-Prc) ha citato il caso Casigliano, Comune virtuoso ma commissariato perché si occupava del 'porta a porta' direttamente e con successo. "Errori si sono sommati a tutti i livelli e l'emergenza non ha mai risolto l'emergenza. Sui rifiuti si giocano partite ben più grosse e con interessi poco leciti e il Governo ha aggravato le cose. Non trovo comunque sbagliato che altre Regioni collaborino con Napoli". Cristian Rostovi (PdL) ha stigmatizzato la scelta del Pd di presentare un ordine del giorno all'ultimo momento definendola "una scelta avvilente" e ha criticato l'assessore Tosi per la sua decisione di rispondere "in modo poco elegante" all'interrogazione della Lega nord "invece che con risposte specifiche con cinque minuti di sbrodolate antigovernative". L'arroganza del Sindaco di Napoli De Magistris è stato uno dei temi portanti dell'intervento del consigliere leghista Euro Cattini mentre il capogruppo Idv Andrea Bizzarri ha invece criticato dal canto suo il Governo, "che ha nominato Bertolaso Commissario straordinario per l'emergenza rifiuti ma non gli ha dato i pieni poteri. Il 'porta a porta' non si può fare perché bisogna prima pulire le strade ma senza il decreto rifiuti bloccato dalla Lega a Roma…L'odg di Alboresi è poi razzista e demagogico". Su quest'ultimo aggettivo si è detto d'accordo il consigliere Fli Luca Lamma "ma non su altri. Bene che si dica finalmente di no chiaramente ai rifiuti a Fossoli" ha detto mentre l'assessore Tosi ha ricordato che a Carpi è la comunità locale, attraverso Comune e Aimag, che gestisce i rifiuti mentre il Governo lo fa a livello nazionale e ciò dal 2008 non ha portato risultati a Napoli. "Ribadisco che se serve aiuto alla città campana noi lo daremo, così come nel caso intendesse ragionare su come diminuire la produzione dei rifiuti. Ricordo ad Alboresi e Rostovi però che io parlo in veste di assessore e quindi esprimo opinioni politiche anche quando rispondo ad una interrogazione".

Il capogruppo del Popolo delle Libertà Roberto Andreoli ha dal canto suo esordito criticando la Regione Emilia-Romagna "quando ha chiesto a tutte le altre Regioni di interessarsi dei rifiuti campani. Carpi dice di sì o no ai rifiuti di Napoli? Voi dite di sì, Alboresi chiede di no. Già troppi soldi sono stati spesi per l'emergenza di Napoli, se la gestiscano a livello locale…". Giliola Pivetti (capogruppo di Alleanza per Carpi) ha definito una "pratica politicamente vile quella dell'odg contrapposto all'ultimo momento" mentre a Napoli sono le negligenze di amministratori e cittadini hanno portato a questa emergenza. "Lo stesso De Magistris è poco interessato a mio parere ai rifiuti, così come è sbagliato parlare di solidarietà con la città campana, cosa che a Carpi non sente nessuno, perché questo è lo stato d'animo reale dei nostri concittadini. Mi asterrò al momento del voto finale ma non per volermene lavare le mani". Davide Dalle Ave ha ribadito a questo punto che Carpi non ha le caratteristiche per accogliere i rifiuti di Napoli e ha difeso la sua scelta di portare al dibattito consiliare l'odg del Pd. Roberto Benatti (PdL) ha prima sottolineato come "sia facile dire che ci vuole solidarietà quando poi diciamo che non prendiamo i rifiuti di Napoli" poi ha chiesto a Lega nord e Pd di ritirare gli ordini del giorno in discussione "perché è meglio trattare temi più concreti e che da tempo attendono" e al Presidente del Consiglio Giovanni Taurasi di assumersi la responsabilità di decidere nel merito se gli odg possano essere utili e messi in discussione.

Al momento del voto finale l'ordine del giorno della Lega nord è stato votato da Lega nord, PdL e Luca Lamma, contrari Pd, Idv e Lorenzo Paluan; astenuta ApC. L'ordine del giorno di Pd e Idv è stato votato dai gruppi firmatari oltre che da Lorenzo Paluan, contrari PdL, Lega nord, Luca Lamma; ApC anche in questo caso si è astenuta.

Giovanni Medici
Ufficio stampa Comune di Carpi
telefono 059 649780

4 commenti:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Boh, si vede che non era gradito... :-((

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

I commenti ritenuti offensivi saranno rimossi.

Generatore automatico di risposte della Giunta


Ricaricare la pagina per avere una risposta diversa.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

News in rete

AVVERTENZA: Le notizie raccolte in questo riquadro (e nella pagina a cui rimanda) sono estrapolate dalla rete in modo automatico utilizzando diverse chiavi di ricerca. Non tutte le notizie sono coerenti con l'argomento e non tutte sono recenti.

Cerca

Terre d'argine

Lettori fissi