Segui carpizeronove su

Blogger Facebook FriendFeed Twitter

I Form di Carpizeronove

Le Petizioni di Carpizeronove

Si parla di...

Aggiornamenti via mail

Scrivi il tuo indirizzo mail:

Delivered by FeedBurner

Chi cerca Carpi cerca...

Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget
martedì 15 giugno 2010
Il sindaco predice un futuro nero, per due milioni di euro in meno

«Sei milioni in due anni: i tagli per i mancati trasferimenti dal governo ruberanno il futuro alla nostra comunità».
Lo ha detto Enrico Campedelli, visibilmente scuro in volto, parlando della manovra finanziaria al varo in questi giorni.
Il primo cittadino, alla presentazione dei tagli agli enti locali, prospetta un periodo nero, con le casse comunali in grande difficoltà.
Una previsione che non lascia spazio a interpretazioni: i tagli incideranno pesantemente sui bilanci a venire.
«La manovra colpisce in modo lineare tutti i Comuni - lamenta il sindaco, all’uscita da un incontro con associazioni di categoria e sindacati - penalizzando maggiormente quelli virtuosi.
Non nascondo che qualcosa doveva essere fatto, ma un’azione così iniqua è vergognosa».
Ad essere tagliati potrebbero essere servizi di grande importanza, andando ad intaccare quella che Campedelli definisce «l’identità della nostra realtà».
Il tono ultra-pessimista prosegue: «Non c’è prospettiva di futuro.
Finora abbiamo tagliato intorno all’osso, ma adesso dovremo tagliare l’osso stesso.
In Giunta ci siamo guardati in faccia e abbiamo capito che dobbiamo prendere decisioni difficili, e che siamo bloccati e non possiamo fare niente.
La valutazione sul nostro operato dovrà tener conto di questa situazione: se non faremo determinate cose non sarà per volontà ma per impossibilità a farle».
Ma questo futuro è davvero poi così nero? Insomma, due milioni di euro rappresentano il 5% della spesa corrente, non il 20%.
Anche Cinzia Caruso, assessore al bilancio, usa toni forti: «La definisco la manovra delle tre ‘i’: iniquità, iniquità e iniquità - ironizza l’assessore -.
E’ arrivata in maniera inaspettata.
Carpi è uno dei Comuni che spende di meno per il mantenimento del Comune (la percentuale è del 24%, contro la media nazionale del 41,4%) e restituisce il 76% in servizi.
Il bilancio è in avanzo perché non possiamo realizzare, non perché non vogliamo».
Quindi che fine faranno piscina, parcheggio e le altre infrastrutture in programma? Dovranno essere rimandate ancora? «Gli investimenti - chiude Campedelli - sono bloccati, cercheremo di realizzare queste opere con l’aiuto dei privati.
Inoltre questa manovra sfavorisce le città che erogano più servizi».

Daniele Franda

«Ma i numeri non sono certi»: confusione sui dati reali

Prima il segretario Pd Davide Dalle Ave poi l’assessore Cinzia Caruso (nella foto) sulla stampa, ora Campedelli in conferenza: tutti uniti nell’affermare con certezza che questa manovra comporterà un taglio di due milioni di euro per il 2011 e di quattro per il 2012 per il Comune di Carpi.
Ma gli stessi, sono pronti a mettere la mano sul fuoco che sarà davvero così? Sembra di no, anche perché se in un primo momento queste cifre sono date per certe, in un secondo tempo vengono definite ‘stime’.
In base ai dati forniti dalla Fondazione Ifel, l’istituto dell’Anci che ha elaborato le proiezioni sui vari comuni, Carpi vedrà cambiare in questo modo i propri parametri relativi al patto di stabilità: per il 2011, il valore manovra è di 4.643.000 euro mentre il nuovo obiettivo è di 4.531.000.
Se andiamo a sostituire questi parametri a quelli previsti dal patto di stabilità triennale 2009-2011 (rispettivamente 6.177.715 euro e 2.433.645), sembrerebbe che al Comune venga ridotta la richiesta di trattenere le spese.
La tecnicità della situazione non gioca di certo a favore della chiarezza, e getta diverse ombre sull’ostentazione di sicurezza della giunta.
(da.fra.)

Due milioni? Giusto la rotonda

La ‘disperazione’ che ha assalito Palazzo Scacchetti dopo l’abbattimento della scure di Roma, potrebbe essere curata con una rotonda.
Anzi, non una qualsiasi, ma ‘la rotonda’ per eccellenza: quella famosa di via dell’Industria, per la quale l’amministrazione è disposta a spendere la cifra ragguardevole di cui necessita per sostenere costi di espropri e di lavori.
Guarda caso questa cifra è due milioni di euro: giusto giusto i mancati trasferimenti dal governo per l’anno 2011.
Quindi, un modo per far diventare meno nero il futuro ci sarebbe anche: basta non fare la rotonda.

Benatti (Pdl): «Colpa del 2007»

«Se il Comune fosse stato davvero virtuoso come dice, non si troverebbe in questa situazione».
Lo afferma Roberto Benatti, consigliere del Pdl, alludendo al 2007, anno di riferimento del patto di stabilità.
«Un bilancio chiuso con quasi 4 milioni di disavanzo che sta costando caro.
Ci sono state molte scelte sbagliate, a partire dalla vendita delle azioni di Aimag, per ripianare i debiti anziché rinegoziarli. E adesso piangono per un taglio del 6%, che tra l’altro è sotto la media.
Però non dicono che la manovra ha riservato 200 milioni ai comuni per quest’anno».

(fonte: ModenaQui)

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Per chi vuole approfondire: la legge di riferimento per il patto di stabilità è questa:

http://www.camera.it/parlam/leggi/08133l.htm

Articolo 77 Bis

La giunta Campedelli, nel 2007, ha chiuso il bilancio con uno saldo negativo, secondo il patto di stabilità, di 3.744.069,80 euro

I numeri sono a pagina 18 dell'allegato tecnico al bilancio 2010, quello che la Caruso ha citato qualche giorno fa per difendersi dai rilievi fatti dalla Corte dei Conti

Lo sforamento viene punito, esattamente come l'Europa punisce i paesi membri, e la punizione è stata un "taglio" di 2 milioni nel 2009, 4 milioni nel 2010 e 6 milioni nel 2011

Se poi non ci fosse l'Unione Terre D'argine, lo sforamento sarebbe ben più ampio.

Invece di citare Carpi come "comune virtuoso" gli amministratori dovrebbero spiegare ai cittadini come mai hanno fatto un buco di 4 milioni nel 2007, e come mai adesso ne paghiamo tutti le conseguenze.

Se non ci fosse stato quello sforamento, nel 2011 il Comune avrebbe potuto spendere 6 milioni in più. Altro che tagli del Governo.

Roberto Benatti

disertore ha detto...

Molto bene. Tutto sta giungendo a compimento.

salvatore ha detto...

Finalmente lucido e costruttivo Benatti! A quando una campagna d'informazione dei cittadini su questo argomento? O dobbiamo sempre e solo ascoltare le solite manfrine della sinistra?
Ciao.
Salvatore

Giliola Pivetti ha detto...

I tagli della manovra porteranno dritto dritto Campedelli a vendere altre azioni Aimag con la possibilità di dare la colpa al governo. Alleanza per Carpi si opporrà con tutti gli strumenti a propria disposizione (pochi). Invito le forze che condividono il NO ad ulteriore vendita a prendere contatto con me, e io pure lo farò con loro. Ed invito anche i cittadini a non pensare che quello sia l'unico modo per far fronte ai tagli e a mobilitarsi con lettere e tutto quello che vorranno fare.

longino ha detto...

Signori Amministratori...non facciamo i giochini con le le tre campanelle! Suvvia, ormai non lo fanno più neppure nelle piazze dei mercati! I conti come dice Benatti e la Pivetti sono lì da vedersi! Avete sforato nel 2007? Bene per due anni non fate più rotonde, non fate più festival della filosofia, e pensate alla povera gente e ad aggiustare le strade.

Anonimo ha detto...

Gli amministratori non conoscono il bilancio, e se interrogati su aspetti tecnici dicono: devo chiedere al dirigente.

Il quale, ovviamente, li imbambola di numeri e leggi e conteggi, fino a convincerli che un "3.744.069,80" scritto in grassetto rosso come saldo finale per il 2007 è un ottimo risultato e merita un premio per la produttività.

Amerigo

Posta un commento

I commenti ritenuti offensivi saranno rimossi.

Generatore automatico di risposte della Giunta


Ricaricare la pagina per avere una risposta diversa.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

News in rete

AVVERTENZA: Le notizie raccolte in questo riquadro (e nella pagina a cui rimanda) sono estrapolate dalla rete in modo automatico utilizzando diverse chiavi di ricerca. Non tutte le notizie sono coerenti con l'argomento e non tutte sono recenti.

Cerca

I Blog dei Politici

Terre d'argine

Si è verificato un errore nel gadget

Lettori fissi